News

Dic
2015
Qg1, il software di rettifica CAD CAM!

Il nuovo software di rettifica Schneeberger è straordinario. All’atto dello sviluppo sono stati adottati approcci del tutto nuovi alla rettifica di utensili. Fondamentalmente diverso dagli altri programmi, Qg1 si basa su un modello 3D generato con il modulo integrato geoMod. Grazie alla tecnologia a 64 bit, si calcola da qui la modalità di rettifica. Questo con una velocità e una precisione mai viste prima : un’esattezza a 13 cifre decimali. Si possono dunque tenere in considerazione allo stesso tempo anche deviazioni di forma geometrica e della forma della mola. Sull’utensile rettificato si raggiunge la geometria perfetta, come da valori di riferimento. Con pochi clic si ottiene l’utensile perfetto. Grazie alla funzione NTTE (New Tool Toogle Extractor), l’operatore accede, dopo la selezione dell’utensile nel database, con soli 3 altri clic, al programma pronto di rettifica. Numero di denti, numero di tagli al centro e diametro dell’utensile …non è più necessario inserire dati. I processi e la modalità di rettifica, nonché la forma richiesta del disco, sono generati in modo automatico. Con la funzione clearance Qreator è possibile definire in modo individuale l’angolo di spoglia e la sua larghezza per ogni segmento dell’utensile. Si possono regolare modalità di rettifica personalizzate in modo semplice grazie a path Qreator. Infine Toogle Search semplifica la ricerca degli utensili presenti o dei gruppi di dischi disponibili nel database. Il nuovo software CAD CAM è stato concepito come sistema aperto, per garantire lo scambio di dati con programmi esterni. È possibile in questo modo lo scambio di dati nei comuni formati di dati quali GDX, STEP, DXF, ma anche programmi ISO propri dell’utente con Qg1.

Dic
2015
sirius NGS, microns or less!

La macchina per la meccanica di precisione. Struttura compatta e dunque ingombro di soli 3 m2. In questo modo si è implementato il concetto ideale di cinematica a 6 assi per portare pezzi di piccole dimensioni al centro del movimento. Gli assi lineari della macchina sono realizzati a mezzo di motori lineari, quelli rotativi con motori Torque, quindi a trasmissione diretta. In macchina sono già implementati cicli di rettifica ottimizzati e che garantiscono di potere lavorare automaticamente per parecchi turni. Il robot a 6 assi della Fanuc, il caricatore a 2 pallet e il dispositivo opzionale di cambio della mola con 7 posizioni intercambiabili garantiscono la necessaria autonomia della macchina. La struttura a monoblocco in ghisa conferisce alla macchina la massima stabilità e si fa garante della migliore bontà superficiale del pezzo lavorato. La precisione del processo è ottenuta attraverso cicli di diamantata automatici, misurazione pezzo e misurazione mola in ciclo.

Dic
2015
norma NGC, the workhorse!

La macchina affilatrice per utensili universale a 5 assi per la produzione e la riaffilatura di utensili. Dotazione completa per operazioni di produzione automatizzate : cambio mola a 7 posizioni, caricatore integrato, sistemi di servaggio pezzo per ogni esigenza. Testatore di precisione Zenon per la misura sia delle mola che del pezzo. Mandrino portamola con una potenza di 10 kW (S1) e un’enorme coppia di rotazione per elevatissime prestazioni di esportazione. Sistema cinematica robusto e compatto, a 5 assi, a garanzia di qualità ottima nella affilatura. Quadro dei servizi di libero accesso per controllo e manutenzione semplificata degli impianti idraulici, pneumatici e di lubrificazione. Il sistema di comando CNC a 5 assi Fanuc 31i B5 garantisce un rapido e preciso posizionamento degli assi della macchina ed è famoso in tutto il mondo per affidabilità e durata. Anche per quanto riguarda il consumo di energia, la macchina fa la sua bella figura. Grazie a una disattivazione automatica di diverse utenze dopo l’ultimo comando della macchina, questa assicura un consumo di corrente ridotto del 92% in modalità stand-by.

Dic
2015
geminiNGM, you name it!

La potente e poliedrica rettificatrice Hightech per innumerevoli attività di produzione. Il robot Fanuc con caricatori 2 o 4 pallet in combinazione con un cambio mola da 14 o da 25 posizioni, realizza cicli di lavorazione in automatico di durata per altri impossibile. I cicli automatici di ravvivatura e la misura interna al processo estendono ulteriormente il funzionamento indipendente. La coppia elevata dei potenti elettromandrini da fino a 24 kw (SI) sono a garanzia di una asportazione truciolo per passata veramente notevole e quindi di una elevata produttività. Azionamenti degli assi configurabili a piacere, motori lineari o sistemi a ricircolo di sfere con sistemi di misura ad alta risoluzione. Ogni azionamento garantisce uno spostamento e un posizionamento rapido e preciso degli assi della macchina. L’altezza di 210 mm delle punte e la grande tavola con scanalatura a T permettono una configurazione personalizzata specifica per ciascun cliente sia dei sistemi di servaggio che su quelli di supporto pezzo. Le grandi corse degli hai lineari garantiscono affilatura di utensili di lunghezza di 450 mm e l’impiego di mole da 300 mm.

Dic
2015
Retrospettiva della fiera EMO 2015

Schneeberger ha potuto presentare all’inizio di ottobre, a Milano, a numerosi visitatori specializzati nel campo, numerose novità a livello mondiale in relazione alla rettifica di utensili. Non si è trattato soltanto di presentare piccole innovazioni per quanto riguarda accessori e periferiche, ma si è fatto molto di più, presentando due macchine rettificatrici per utensili concepite in modo radicalmente nuovo: geminiNGM: Rettificatrice High-Tech per attività produttive di ogni genere. siriusNGS : La macchina ultraprecisa per la meccanica di precisione. Inoltre si è presentato il nuovissimo software di rettifica CAD CAM Qg1. Definizione digitale della struttura geometrica del pezzo in geoMod.

Giu
2015
NGC: ANCHE IN ITALIA UN PIENO SUCCESSO, DA NORD A SUD

Schneeberger può davvero essere soddisfatta della sua nuova affilatrice ngc, che anche in Italia ha incontrato un grande successo di vendita. Si fa un gran parlare della nuova macchina compatta. L’enorme flessibilità dal punto di vista delle applicazioni, l’elevata potenza di asportazione nella rettifica dal pieno, così come la vasta gamma di utensili lavorabili, con diametri e lunghezze da piccoli a grandi, sono le caratteristiche che hanno convinto i nostri clienti. Esiste spazio a sufficienza per l’affilatura di utensili con elica oltre i 400 mm. Gli utensili di profilatura a spirale e brasati sono una specialità dell’affilatrice ngc. Si possono affilare anche maschi in metallo duro, come pure creatori e coltelli stozzatori. Naturalmente la macchina lavora anche tutti gli utensili a gambo standard. Sia il metallo duro che l’acciaio super-rapido sono lavorati con efficienza.

 

A seguire alcuni commenti e opinioni di clienti italiani: Il Signor Renato Bernardi dell’azienda ABS Utensili (www.absutensili.com), in provincia di Treviso, si esprime come segue: "Nella nostra azienda impieghiamo svariate affilatrici di diversi produttori. La nostra offerta comprende una gamma completa di utensili per la lavorazione meccanica di pezzi. Oltre alla produzione di utensili offriamo anche un servizio di affilatura, che si estende dal Triveneto ai confinanti stati balcanici. Il volume di affari così raggiunto ci rende uno dei più importanti offerenti nel nordest d’Italia. Con l’acquisto della nuova ngc di Schneeberger abbiamo potenziato la nostra offerta di servizi. Quello che per noi conta è soprattutto la versatilità delle applicazioni e la flessibilità della macchina, ottenuta grazie al dispositivo integrato di cambio mola. L’azionamento semplice e funzionale della macchina consente di raggiungere un’elevata produttività."

 

Oltre a questo, nel cuore della Toscana, il Signor Gianluca Fantacci dell’azienda G3 Utensili (www.g3fantacci.com), con sede a Poggibonsi, si esprime nel seguente modo sull’ultimo acquisto svizzero: «In qualità di storica azienda leader nella produzione di utensili per la lavorazione del legno, la nostra gamma di prodotti va dalle frese da legno saldobrasate, con coltelli a gettare, multitaglienti e punte in HM. I tempi di cambio prodotto sulla ngc, che sono particolarmente brevi, ci hanno convinto che questa macchina viene esattamente incontro alle nostre necessità. Ad esempio si può passare nel giro di pochi minuti dalla produzione di coltelli in metallo duro all’affilatura di frese a candela. È inoltre stupefacente come la semplice gestione dell’attrezzatura si combini con l’elevata precisione dei risultati di affilatura raggiunti. Il dispositivo integrato di caricamento pezzi e quello di cambio mola contribuiscono ad aumentare ulteriormente la flessibilità della macchina. Con la nuova macchina di Schneeberger abbiamo enormemente migliorato la nostra capacità produttiva e siamo in grado ora di offrire ai nostri clienti dei tempi di consegna nettamente più brevi. Oltre a questo ci soddisfa in pieno anche l’elevata qualità dei risultati dell’affilatura dei prodotti.”

 

E cosa pensa il Signor Daniele Lapi dell’azienda CUP (www.centroutensilipontassieve.it) della nuova macchina inserita nella sua linea di produzione? «Come azienda specializzata riforniamo l’industria della bigiotteria e dei gioielli, che è un settore tipico della Toscana, la nostra regione. Producendo prevalentemente utensili di piccolo diametro, per noi è assolutamente indispensabile una macchina particolarmente precisa e che garantisca un elevata accuratezza di ripetibilità. Nell’affilatrice ngc di Schneeberger abbiamo trovato proprio queste caratteristiche. Inoltre è stato possibile integrare la macchina in modo molto semplice nella nostra linea produttiva e dopo breve tempo ha dato impulso all’intera produttività.»

 

Per concludere il nostro breve excursus in Italia arriviamo alle pendici del Vesuvio, dove ci attende il Signor Peppe Battella, proprietario dell’azienda Utensili Service, Mariglianella, Napoli (www.utensiliservices.com). «La macchina mi piace moltissimo, perché si possono affilare anche grandi utensili, lunghi fino a 400 mm. In questo modo abbiamo potuto ampliare la gamma di prestazioni offerte ai nostri clienti. Oltre a questo la macchina presenta un elevata stabilità termica e si rivela estremamente affidabile.»

Giu
2015
Lime rotative – lo stato più avanzato della tecnica con Schneeberger

Le lime rotative in metallo duro e acciaio super-rapido hanno accesso, al giorno d’oggi, a molti ambiti applicativi e sono adatte all’impiego sia per lavorazioni a mano che a macchina. Questi piccoli assistenti al lavoro sono adatti, a seconda della forma e del modello, alla sbavatura, alla smussatura, a lavorazioni di cordoni di saldatura e di superfici piane di vari materiali e trovano ad es. applicazione nella tecnologia di fabbricazione, nel modellismo, in oreficeria oppure in odontotecnica.

 

Gli sviluppatori di Schneeberger hanno rielaborato il software per l’affilatura delle lime rotative, portandolo allo stato più avanzato della tecnica. A partire dalla versione 5.4.6 è possibile affilare tutte le forme in base alla norme DIN 8032 e ISO 7755. A partire dalla forma a cilindro (forma ZYA) per arrivare alla forma a cono con testa arrotondata (KEL) e a quella a goccia (TRE), si possono richiamare i modelli di utensile tramite la banca dati dei modelli disponibili, oppure questi possono essere creati in autonomia, parametrizzandoli. La dentatura alterna, se necessaria, può essere realizzata con spirale positiva o negativa e segue, a scelta, un passo costante o un angolo costante. Anche la geometria frontale si può configurare in modo variabile. Raggruppati, a decorso positivo o negativo, sono possibili vari tipi di dentatura frontale, come rappresentato nella figura sottostante. La creazione della geometria e il calcolo del percorso di affilatura rappresentano un’altra finezza, unica nel mondo del software per l’affilatura.

 

Dopo che l’utente ha effettuato i suoi inserimenti, al momento del salvataggio dei dati si generano sia un disegno 2D in formato DXF che un modello 3D, denominato in forma abbreviata come GeoMod. Questo raffigura in modo graficamente semplificato un modello a reticolo con involucro (modello a reticolo o wireframe. Indica un tipo di rappresentazione grafica da computer di oggetti tridimensionali. Con questo metodo vengono disegnati soltanto i bordi dell’oggetto, il quale di fatto resta trasparente al suo interno). La mola si muove lungo un punto di contatto visibile a occhio nudo, in modo tale che eventuali inserimenti errati dell’utente e del percorso di affilatura diventano immediatamente visibili sul modello. Diversamente dall’approccio analitico, nel quale la mola viene indirizzato in una determinata direzione in base ad una formula, con la speranza che tutto vada a finire nel migliore dei modi, in questo caso il punto di affilatura viene costantemente monitorato e segue in modo fisso il punto di contatto geometrico. Allo stesso tempo la mola viene posizionato automaticamente in modo tale che la geometria del dente viene riprodotta nella maniera più esatta possibile. In questo modo è anche possibile rilevare se la geometria del disco di affilatura utilizzata è adatta la produzione di un qualche utensile oppure se è da scartare fin da principio.

Giu
2015
Nuovi spazi per la Schneeberger Germania

La nostra filiale tedesca ha traslocato in nuovi locali a Weissach, vicino a Stoccarda. Per la precisione l’azienda si è trasferita in un nuovo edificio sito all’indirizzo Im Neuenbühl 16 e distante solo 800 m dalla vecchia sede. La nuova sede aziendale offre uno spazio nettamente maggiore e tiene conto dello sviluppo della società. Nel solo reparto della logistica lo spazio è triplicato rispetto a quello disponibile in precedenza. Un magazzino ottimizzato per accessori e pezzi di ricambio migliorerà ancora di più il livello delle prestazioni offerte ai nostri clienti. Un volume di 750 m3 garantisce un corretto stoccaggio, un’elevata disponibilità e una veloce preparazione dei prezzi da consegnare. Lo spazio per le demo, luminoso e ben attrezzato, è a disposizione dei nostri clienti, per dimostrazioni delle macchine, o dei nostri collaboratori, per corsi di formazione. La sede offre anche spazio a sufficienza, in sale riunioni modernamente allestite, per consulenze specialistiche destinate ai visitatori da parte dei nostri tecnici applicativi e del personale addetto alle vendite.

Giu
2015
Progetto di costruzione in Cina

a più di dieci anni la città di Nanjing, che conta 7.5 milioni di abitanti, è la sede della nostra società affiliata in Cina. Nell’anno 2005 abbiamo aperto la nostra filiale nel quartiere di Jiangning, che conta oggi sì e no 800.000 abitanti, spostando in tal modo il Centro assistenza di un tempo dalla città di Wuhan ancora più a sud sul fiume Jang­tze. La Jiangning Economic & Tecnologi­cal Development Zone è stata stabilita nel 1992 e da allora si sta sviluppando ad un ritmo vertiginoso. Dove un tempo i contadini coltivavano il loro orto, sorgono oggi innumerevoli fabbriche, grattacieli per uffici, hotel, centri per acquisti, complessi residenziali, scuole ed università. In questi ultimi 10 anni abbiamo potuto seguire con i nostri occhi lo sviluppo pazzesco di questa area urbana. Abbiamo assistito a: come la metropolitana abbia improvvisamente raggiunto i sobborghi dalla città vera e propria, come la nuova autostrada si spinga fino al centro della città, come l’aeroporto internazionale abbia inaugurato un secondo terminal e come i treni ad alta velocità arrivino da tutto il paese nella stazione Nan Zhan, di recente costruzione (South Railway Station). Peraltro si stratta della stazione ferroviaria con la seconda maggiore superficie lorda per piano al mondo! E lo sviluppo non si è fermato. L’area attorno a Zhuangpai Lu, indirizzo della nostra filiale cinese, un tempo era una zona destinata prevalentemente allo sviluppo industriale, mentre adesso si sta sviluppando sempre più come centro della nuova Jiangning, con centri acquisti, hotel e grattacieli per abitazioni. L’industria si sta trasferendo in periferia. Anche Schneeberger Nanjing traslocherà tra breve in nuovi locali. Tuttavia rimane ancora un po’ di lavoro da fare. L’edificio adatto è disponibile immediatamente. La costruzione grezza si trova circa 10 km a sud rispetto all’attuale sede, sulla Shui Ge Road n° 8; a tal riguardo è un buon segno il fatto che il numero 8, nel Regno di Mezzo (come i Cinesi chiamano la Cina stessa: Chung-Kuo) sia considerata una cifra portafortuna. E se vogliamo aggiungerci che le rifiniture interne riguarderanno l’unità n° 8, possiamo dire di essere doppiamente baciati dalla fortuna. Per il nostro progetto di costruzione, che è piuttosto modesto se valutato con i criteri cinesi, ci rivolgiamo ad una piccola azienda edile, che impiegherà temporaneamente, per l’esecuzione delle attività, alcuni lavoratori a giornata. Sulla base del nostro progetto di rifiniture interne abbiamo ricevuto varie offerte. Diversamente dalle abitudini locali, la progettazione e la presentazione dell’offerta sono gratuite, in tal modo possiamo ricevere proposte di vari ingegneri edili. La raccomandazione di un offerente di avvalerci di un maestro di Feng Shui non potremo seguirla, dato che la costruzione grezza non è modificabile in nulla. Una grande attenzione nella realizzazione del progetto deve essere rivolta alla qualità dei materiali edilizi utilizzati e degli allestimenti. I tipi di calcestruzzo e le marche delle vernici sono fissati per iscritto nel contratto di appalto dei lavori esattamente come le marche delle pietre da lastrico o dei rivestimenti in legno. A dire il vero, può capitare che dei buoni prodotti di marca siano contraffatti. Questo può succedere con le pietre da lastrico di Marco Polo, come con il parquet di Naturo o la tazza del WC di Geberit. Pertanto, questo significa che è meglio rivolgersi direttamente al mercato edilizio, senza utilizzare intermediari. Noi non vogliamo indurre assolutamente nessuno nella tentazione di utilizzare prodotti contraffatti per migliorare il proprio margine di guadagno. Se uno ha l’intenzione, come l’abbiamo noi, di collocare, in futuro, nello spazio progettato per le dimostrazioni, a piano terra, macchine pesanti anche tonnellate, è necessario verificare la capacità di carico del pavimento. In casi molto rari qui si utilizzano tondini per cemento armato, in generale il pavimento viene colmato di calcinacci e poi ricoperto con un sottile strato di calcestruzzo. Quindi tutto via ed eseguire da zero una nuova gettata di calcestruzzo, armandolo. I locali saranno abitabili a partire dal 1 luglio 2015. Con il ritmo di cui sta dando prova la Cina nel proprio sviluppo, siamo convinti che la rifinitura interna sarà conclusa nel rispetto delle scadenze.

Accesso riservato

Inserire la password di accesso per visualizzare le gallery dell'evento.


Top